RSS

Il lusso, i discount e il resto a puttane.

23 Dic

 

scontri

 

Il mercato dei beni di lusso è in crescita continua – spesso con numeri a due cifre  – e tutti i marchi del settore quotati in Borsa sono ai massimi storici. Una new entry come Moncler ha fatto il botto appena arrivata in piazza Affari. I colossi Lvmh e Kering non riescono più nemmeno a reinvestire i profitti: ne fanno troppi.

C’è poi un altro settore che è andato molto bene nell’anno che si sta chiudendo: quello dei discount (più 2,4 per cento), in controtendenza piena rispetto agli altri consumi alimentari e pure al totale delle vendite al dettaglio.

Credo che difficilmente si possa trovare un binomio che evidenzia meglio la fine del ceto medio: i sommersi al discount e i salvati da Gucci, ma sempre meno persone in mezzo, nella ‘pancia’ di quella trottola con la cui immagine si rende graficamente una società economicamente sana.

Ora, è evidente – ragionando in termini pacati e ancora benestanti – che andarea prendersela con i negozi costosi non serve a niente: è pura rabbia, sfogo, eccetera. Così come è inutile sognare di vedere ‘i ricchi piangere’, se non iniziano a sorridere tutti gli altri. E si sa che il lusso dà lavoro al made in Italy eccetera eccetera.

Ma questi appunto sono ragionamenti: roba che ci si può permettere quando tutto sommato non si è ancora scivolati nel precipizio. E non so se sarei altrettanto lucido se invece avessi problemi a fare un regalo ai miei figli, fra tre giorni.

Ecco, forse è qui il problema: non c’è più ragionamento che tenga, quando a funzionare sono solo il lusso e i discount. E quando non c’è più ragionamento che tenga, arrivano gli scontri, i forconi, i Salvini e pure peggio – se possibile.

Penso quindi che mi perdonerete se stamattina non ripeto le scontate e rituali parole di “condanna per i violenti”.

Diciamo che ce le ho qui, pronte nella tastiera: ma, con permesso, me le tengo per il giorno in cui il lusso e i discount non saranno più gli unici settori a crescere mentre tutto il resto va a puttane.

Da: gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 dicembre 2013 in TEMPI MODERNI

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: