RSS

La farsa della guerra – Piergiorgio Odifreddi

04 Set

 

Soffiano i venti di guerra, e il presidente Obama si accinge a dimostrare al mondo che l’uso delle armi chimiche è moralmente indifendibile e internazionalmente sanzionabile. Certamente è la persona più qualificata a dirlo, visto che gli Stati Uniti sono passati alla storia come il maggior utilizzatore mondiale di quelle stesse armi, avendo riversato a tonnellate il famigerato napalm sul Vietnam e sul Laos negli anni ’60 e ’70.

L’effetto di assurdità del violentatore che predica la castità viene moltiplicato dal fatto che nel 2009 al primo presidente nero della storia statunitense è stato insignito del premio Nobel per la pace, non essendocene uno per il colore. E l’amara ironia del pacifista guerrafondaio si diffonde ormai a macchia d’olio nei siti americani, che lo rappresentano mentre si toglie la maschera da Obama e svela di essere Bush, che a sua volta si lamenta di non aver ricevuto pure lui il Nobel. O mostrano una sanguinante bandiera a stelle e strisce, con la scritta: “Noi ammazziamo chi ammazza, perché ammazzare è sbagliato”. O un bombardiere che sgancia grappoli di bombe, all’insegna del motto: “Se non vieni tu alla democrazia, la democrazia verrà da te”.

http://www.repubblica.it/esteri/2013/09/…

L’effetto farsesco viene acuito dalle manovre congiunte che gli Stati Uniti effettuano nel Mediterraneo con Israele, altro stato noto per difendere la libertà degli oppressi, e per essere completamente immune da qualunque sospetto di strage su civili. Uno stato che, tanto per allentare la tensione, ha cominciato a sparare razzi in zona, in una versione riveduta e aggiornata della diplomazia delle cannoniere di coloniale memoria.

A tutto questo si aggiunge una comica finale. Il novello papa Bergoglio, un sincretico gesuita col nome da francescano e l’abito da domenicano, conferma il suo populismo mediatico indicendo un “digiuno per la pace”: un atto, cioè, di puro velleitarismo idealistico, oltre che una versione “laica” di quel velleitarismo teologico che sono le preghiere.

Alla chiamata a un paio di giorni di dieta sono subito accorsi tre ministri del governo Letta: quelli degli Esteri, della Difesa e dei Trasporti. Per il primo, la signora Emma Bonino, il digiuno è il passatempo preferito dei radicali anticlericali, e non le par vero di poterci giocare insieme al papa mediatico. Per gli altri due, i signori Mario Mauro e Maurizio Lupi, giocare insieme al papa è il passatempo preferito dei ciellini clericali, e non par loro vero di poterlo fare anche col passatempo del digiuno.

Naturalmente, il digiuno politico può essere una cosa seria: ad esempio, se effettuato alla maniera di Gandhi, ponendo come ricatto estremo la propria vita in gioco, e offrendo all’interlocutore la scelta tra perseguire il proprio obiettivo e salvare la vita del digiunatore. Se effettuato in maniera puramente dimostrativa, evitando la cucina o il ristorante per un giorno o due, diventa invece solo un patetico modo per attirare l’attenzione su di sé. Se non altro, perché non si può ragionevolmente pensare che signori della guerra come Obama o Assad, intenti ad ammazzare gente dall’una e dall’altra parte del fronte, possano essere interessati al fatto che Francesco, Emma, Mario e Maurizio salteranno pranzo e cena per un paio di giorni.

Ma tant’è: rendere ridicola la guerra è un modo per disinnescare il dissenso su di essa, nell’attesa di innescare gli ordigni che andranno a punire un popolo che ha commesso il crimine di essere già stato punito dal tiranno di casa, e per questo attende di essere nuovamente punito dai tiranni di fuori casa. Più o meno come se, per punire un violentatore, un altro violentatore violentasse di nuovo la vittima. Evidentemente, la logica non è di questo mondo, e la giustizia nemmeno …

Tratto da: http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2013/09/03/la-farsa-della-guerra/

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 settembre 2013 in ESTERI

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: