RSS

Crisi? Gli Stati Uniti d’Europa rispondono. Tutti a Firenze!

08 Mag

– di Simone Vannuccini

Come è stato possibile che una crisi dei debiti privati americana si trasformasse in una crisi dei debiti pubblici europei? Perché ad una forte risposta antirecessione statunitense non si è affiancato un New Deal europeo della stessa portata e dai fini più equi e sostenibili? Perché nello spazio nazionale non si creano più opportunità di progresso e la disoccupazione – e dunque anche le aspettative negative sul futuro economico e sociale – dilagano?

Quella che nel Vecchio continente poteva essere una breve recessione si sta trasformando nella nuova Grande Depressione, ed il reale motivo è e resta Politico: gli europei sono un gigante economico dai piedi d’argilla, senza un governo democratico e federale.

Vinti dalla miopia, dai miraggi del nazionalismo più antistorico e dell’incapacità di trasformare crisi in opportunità cedendo quella sovranità che ormai è nazionale solo a parole, gli europei stanno nuotando contro il corso degli eventi. Mentre la globalizzazione avanza, mentre nuovi Paesi di dimensione continentale e nuove tecnologie plasmano le regole del gioco mondiali, gli europei non riescono ad unirsi.

Eppure un’Europa federale, gli Stati Uniti d’Europa, troverebbero facilmente risorse economiche – data la forza che l’Euro esercita a livello mondiale – e politiche per spostare la bilancia dei rapporti mondiali a favore della Pace e dello Sviluppo. Potremmo essere soggetti attivi della Storia, e non semplice oggetto passivo. Potremmo fare gli interessi di milioni di persone, potremmo costruire le basi di un futuro migliore per le generazioni che verranno. Invece, ci basta fare il minor sforzo possibile, ci è sufficiente restare attaccati ai miti e alle retoriche del secolo scorso.

540630_10151335317022163_865044784_n

Dalla crisi non si esce imbrigliando nuovamente economia e finanza nelle maglie delle regole nazionali, perché queste non tengono più. L’unica via da percorrere è quella – difficile, a volte sognatrice – di adeguare le istituzioni alle nuove dimensioni della realtà globale, costruendo una democrazia europea sovranazionale sui principi del federalismo.

Pensare che l’Europa possa tirarsi fuori da un incubo di regresso sociale e dal riemergere dei fascismi dopo aver abbandonato la solidarietà e la prospettiva politica alla base del progetto comunitario, questa è la vera utopia. Un esempio per tutti: se al rigore dei bilanci nazionali seguisse un grande Piano europeo per lo sviluppo, finanziato da Eurobonds e da una tassa ecologica sulle emissioni di carbonio, si potrebbe investire nella Ricerca e nell’istruzione, nelle industrie più innovative, nelle infrastrutture necessarie, nell’aiuto alle famiglie più bisognose.

Sta alla Politica trovare il coraggio di scelte simili, e dimostrare che essa è veramente la più alta forma di attività umana. Ma se da soli i leader non riescono a completare il progetto europeo, i cittadini devono scendere in piazza e chiedere con tutta la loro forza un cambiamento radicale, una rivoluzione pacifica.

Questa rivoluzione sta già per partire, da Firenze, l’11 maggio (ore 15:00 da Piazza dell’Indipendenza), con la manifestazione “Gli Stati Uniti d’Europa per uscire dalla crisi!”; l’invito a quello di unirsi all’evento, per dare finalmente il via ad una nuova fase della storia europea, per iniziare un vero e proprio Rinascimento europeo!

Simone Vannuccini

Ph.D student at Friedrich-Schiller-Universität Jena – The Economics of Innovative Change //

Secretary General of Gioventù Federalista Europea (JEF-Italy)

microtheory.uni-jena.de/vannuccini/

Per ulteriori dettagli:
Sito web di riferimento – www.firenze11maggio2013.135.it
Evento su facebook – https://www.facebook.com/events/357042527746428/

 

Tag: , , , ,

Una risposta a “Crisi? Gli Stati Uniti d’Europa rispondono. Tutti a Firenze!

  1. Ha sentito di Zig?

    9 maggio 2013 at 12:22

    L’ha ribloggato su Hai.sentito.di Zig…?.

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: